Servizi Dedicati al Cittadino

Segreteria Particolare Procuratore

Responsabile: dott. Michele Salonna – funzionario giudiziario
Tel. 0831 534367
V Piano
Principali attività

La funzione di tutela delle fasce deboli esercitata dal Procuratore della Repubblica si esplica, in particolare, nel promuovere i procedimenti per la nomina dell’amministratore di sostegno per le persone dotate di limitata capacità di provvPedere ai propri interessi.

Quella dell’amministratore di sostegno e’ una figura istituita con la legge numero 6 del 9 gennaio 2004, a tutela di chi, pur avendo difficoltà nel provvedere ai propri interessi, non si trova nelle condizioni previste per la dichiarazione di interdizione o di inabilitazione.

L’amministratore di sostegno è un tutore delle persone dichiarate non autonome, anziane o disabili. Viene nominato dal giudice tutelare e scelto, dove è possibile, nello stesso ambito familiare dell’assistito. Possono diventare quindi amministratori di sostegno il coniuge, purché non separato legalmente, la persona stabilmente convivente, il padre, la madre, il figlio o il fratello o la sorella, e comunque il parente entro il quarto grado.

Sempre a beneficio del cittadino, la segreteria del Procuratore si occupa di:

  1. ricezione accordi di separazione assistita per le soluzioni consensuali di separazione personale ......;
  2. servizio Stato Civile;
  3. legalizzazione delle firme su atti e documenti formati nello Stato Italiano e da utilizzare all’estero davanti ad autorità estere;
  4. apposizione della “apostille” ,che consiste nell’attestazione della veridicità della firma apposta su un atto e della qualità in cui il suo autore ha agito, ovvero nella identificazione del timbro o del contrassegno da cui l’atto è segnato.

L’”apostille” sostituisce la “legalizzazione” effettuata presso l’Ambasciata dello Stato in cui il documento verrà utilizzato.

Segreteria Procuratore Aggiunto

Responsabile: Gabriella Ragusa – cancelliere
Tel. 0831 534365
V Piano stanza 16C

Orario di apertura al pubblico: 8.00 - 13.00

Principali attività:

Si occupa dei procedimenti penali di competenza deil Giudice di Pace. Il Procuratore Aggiunto coordina le attività delegate ai Viceprocuratori Onorari che rappresentano l'ufficio del Pubblico Ministero davanti al Giudice di Pace di Brindisi e, fino al 29 aprile 2014, davanti ai Giudici di pace del circondario, anche delegando loro le attività di cui agli artt. 50 lett. b), 15 e 25 del dlgst 274/2000.

L'ufficio cura tutti gli adempimenti connessi alle attività demandate al Pubblico Ministero nella materia penale attribuita alla cognizione del Giudice di Pace dal decreto legislativo 28/08/200 n. 274, sia nella fase delle indagini che in quelle del dibattimento.

torna su

Segreteria dei Sostituti Procuratori

Le segreterie dei Sostitui Procuratori della Repubblica osservano il seguente orario di apertura al pubblico:
8.30 -12.00

IV Piano:

segreteria dott.ssa Iolanda Daniela Chimienti tel. 0831 534894
segreteria dott. Milto Stefano De Nozza tel. 0831 534889
segreteria dott. Luca Miceli tel. 0831 534894
segreteria dott.ssa Simona Rizzo tel. 0831 534897
V Piano:

segreteria dott. Raffaele Casto tel. 0831 534522
segreteria dott. Antonio Costantini tel. 0831 534362
segreteria dott.ssa Valeria Farina Valaori tel. 0831 534517
segreteria dott. Pierpaolo Montinaro tel. 0831 534352
VI Piano:

segreteria dott. Francesco Carluccio tel. 0831 534383

segreteria dott. Giuseppe Nicola De Nozza tel. 0831 534375
segreteria dott.ssa Manuela Pellerino tel. 0831 534381

torna su

 Ufficio Registro Generale

Responsabile: dott. Giuseppe De Matteis – direttore amministrativo
Tel. 0831 534332/615
IV Piano

Orari di apertura: 8,30-13,30 dal lunedì al venerdì; 15,00-17,00 martedì e giovedì. Il sabato il registro generale svolge servizio esclusivamente per il deposito di atti urgenti, nonché degli atti per i quali ricorre una scadenza di termini processuali, ovvero riguardino la libertà personale o le misure cautelari personali o reali prossimi alla prescrizione o, comunque, dichiarati urgenti dai magistrati.

Principali attività

riceve le comunicazioni di notizia di reato, denunce, querele e tutti quegli atti in genere aventi rilevanza penale depositati da privati o dagli organi di polizia giudiziaria.

Rilascia agli aventi diritto

a) Il certificato previsto dall’art. 335 c.p.p.  delle iscrizioni contenute nel registro delle notizie di reato  suscettibili di comunicazioni. Tale certificato è esente da bolli o diritti.
b) Il certificato dei “carichi pendenti” col quale si attesta se una persona, ovviamente l’interessato richiedente, abbia assunto la qualità di imputato in un procedimento penale. Tale certificato è soggetto al pagamento dei diritti di cancelleria pari a euro 3,84 a decorrere dal 15/07/2015 per effetto del decreto dirigenziale 7/05/2015 pubblicato in G.U. 30/06/2015 n. 148 Serie Generale e, per effetto dell'entrata in vigore dell'art. 1, comma 486 della legge 24/12/2012 n. 228 (legge di stabilità 2013), al pagamento della marca da bollo di euro 16,00.
c) Provvede al rilascio delle copie degli atti relativi a procedimenti penali archiviati previo pagamento dei diritti forfetizzati di copia.
d) Nell’ambito del registro generale è costituito l’”ufficio dibattimento” che è incaricato di seguire l’iter processuale dei procedimenti penali che giungono alla fase dibattimentale che si svolge con rito monocratico (cioè davanti al giudice unico) o collegiale (cioè davanti al Tribunale).

torna su

 

Segreteria Amministrativa e Ufficio del Personale

Responsabile: Dott. Vito Talò – funzionario giudiziario
Tel. 0831 534393
VI Piano

Principali attività

Servizio del Notariato; servizio del Pubblico Registro Automobilistico; servizio della Conservatoria dei Registri Immobiliari; affari relativi agli Ordini e Collegi professionali; sicurezza e igiene nel luogo di lavoro, sorveglianza sanitaria; rapporti con l’Amministrazione comunale in materia di manutenzione.

Assenze del personale; gestione fascicoli personali; rilevazioni statistiche.

torna su

Ufficio Esecuzione

Responsabile: dottor Vito Lorenzo De Carolis – funzionario giudiziario
Tel 0831 534834
I Piano

torna su

Casellario

Responsabile dott.ssa Lucia Anna Durante – funzionario giudiziario
Tel. 0831 534817
I Piano

 

I certificati del casellario giudiziale e le visure del casellario giudiziale possono essere prenotati online utilizzando il seguente link : https://certificaticasellario.giustizia.it/sac/prenotacertificato oppure accedendo al sito del Ministero della Giustizia, nella sezione “Come fare per”  e cliccando su “Certificati”. I certificati prenotati online si ritirano allo sportello dell'ufficio locale del casellario, consegnando il modulo di richiesta prodotto dal sistema o in alternativa il numero di prenotazione assegnato dal servizio online. Con questo servizio è possibile prenotare anche i certificati richiesti dal datore di lavoro.

L’Ufficio del casellario giudiziale, esistente presso ogni procura della Repubblica, rilascia

  • certificato penale: contiene i provvedimenti penali di condanna definitivi pronunciati a carico di una persona
  • certificato civile: contiene i provvedimenti relativi alla capacità della persona (interdizione giudiziale, inabilitazione, interdizione legale), i provvedimenti relativi ai fallimenti, i provvedimenti riguardanti la perdita o la revoca della cittadinanza e l’espulsione dello straniero
  • certificato generale: contiene tutti i provvedimenti del giudice definitivi, in materia penale, civile e amministrativa

E’ possibile delegare altra persona per presentare la richiesta del certificato o per ritirarlo. La persona delegata dovrà esibire un suo valido documento d’identità e la fotocopia del documento d’identità del richiedente.

Il rilascio dei certificati del casellario è soggetto, a decorrere dal 15 luglio 2015 per effetto del decreto dirigenziale 7 maggio 2015 pubblicato nella G.U. del 30 giugno 2015 n. 148 Serie Generale -al pagamento, tramite marca per diritti di cancelleria, di euro 3,87 (senza urgenza, rilascio entro ventiquattr’ore) o 7,74 (con urgenza, rilascio immediato) e al pagamento della marca da bollo di euro 16,00 che, per effetto dell'art. 1, comma 486 della legge 24/12/2012 n. 228 (legge di stabilità 2013) e dovuta, ora, non solo per i certificati generali ma anche per i certificati penali del casellario.

La richiesta dei certificati con urgenza, deve avvenire entro le ore 10:30.

Il certificato del casellario giudiziario può essere sostituito con dichiarazione sostitutiva di certificazione ai sensi dell’art. 46 del DPR 28/12/2000 n. 445 (autocertificazione).

torna su

 Ufficio spese di Giustizia

Responsabile dott. ssa Lucia Anna Durante - funzionario giudiziario

tel. 0831 534820
I Piano

Per ogni informazione rivogersi al signor Vito Calabrese tel. 0831534508.

L’ufficio si occupa della liquidazione delle spese di giustizia anticipate dall’erario in base al Testo Unico di cui al D.P.R. 30.5.2002 n. 115. In particolare riceve le istanze di liquidazione ed emette i relativi titoli di pagamento delle seguenti spese di giustizia:

  1. compensi a consulenti tecnici, interpreti, traduttori nominati dal Pubblico ministero;
  2. compensi ai custodi giudiziali di beni sottoposti a sequestro per disposizione del Pubblico ministero;
  3. trasferte ed indennità per gli ufficiali ed agenti di Polizia giudiziaria in adempimento di deleghe di indagine disposte dal Pubblico ministero;
  4. corrispettivi alle ditte specializzate per le attività di intercettazioni telefoniche disposte dal Pubblico ministero.

 

torna su

Ufficio concorsi

Responsabile: dottoressa Rita Anna Medico – funzionario giudiziario
Tel. 0831 534367
V Piano

E’ anche possibile contattare il dottor Lorenzo De Carolis che sostituisce, in caso di necessità, la dottoressa Medico

Il dottor De Carolis risponde al numero 0831 534834. Il suo ufficio si trova al I piano

Il  decreto legge 9 febbraio 2012 n. 5, convertito con legge 4 aprile 2012 n. 35, all'art. 8 ha disposto che le domande ed i relativi allegati per la partecipazione a selezioni e concorsi pubblici sono inviate esclusivamente per via telematica secondo una delle modalità indicate nel Codice dell'Amministrazione Digitale. Poiché tale disposizione legislativa si applica indubbiamente anche al concorso in magistratura, per ottemperare a tale disposizione il Ministero della Giustizia ha implementato una procedura per la compilazione e l'invio delle domande di partecipazione interamente ed esclusivamente per via telematica da parte del candidato. Pertanto la domanda di partecipazione al concorso in magistratura non andrà più presentata presso l'ufficio concorsi della Procura della Repubblica di Brindisi; per le istruzioni per la compilazione e l'invio della domanda il candidato farà riferimento alle istruzioni contenute nel bando di pubblicazione.

torna su

 

Certificazione Massiva/CERPA

Dal 19 maggio 2014 i certificati rilasciati tramite la procedura denominata "massive/cerpa" alle pubbliche amministrazioni e ai gestori di pubblici servizi recheranno su ogni pagina un particolare contrassegno (glifo) che va a sostituire la semplice firma digitale attualmente presente sugli stessi.

Pubblichiamo la circolare del Ministero della Giustizia - Direzione Generale della Giustizia Penale - che contiene chiarimenti e indicazioni ad uso delle pubbliche amministrazioni e dei gestori di publici servizi".

nsc_massive_applicazione      modello_richiesta_massive      Circolare Massiva/Cerpa   

torna su